Domanda Internazionale PCT

La domanda internazionale di brevetto secondo la convenzione PCT (Patent Cooperation Treaty – PCT) è una procedura unica con cui è possibile presentare contemporaneamente una domanda di brevetto in tutti i 151 Stati attualmente aderenti alla convenzione, attraverso il deposito di un testo in un’unica lingua ed il pagamento di un’unica tassa.

Anche se la domanda internazionale PCT è solo una procedura interlocutoria con cui non si giunge alla concessione di alcun brevetto, il suo vantaggio principale è quello di posticipare la data ultima per effettuare la scelta in merito agli Stati in cui estendere la protezione per la propria invenzione.

Infatti, la domanda internazionale PCT permette di rimandare la scelta degli Stati in cui effettivamente procedere al deposito delle singole domande nazionali di brevetto alla scadenza del 30° o 31° mese dalla data di deposito o di priorità (ad esempio la data di deposito della domanda italiana nel caso sia utilizzata come priorità per la successiva fase PCT). La domanda internazionale di brevetto prevede una fase obbligatoria di deposito ed alcune fasi successive opzionali.

Deposito: il deposito della domanda internazionale di brevetto può essere eseguito sia direttamente all’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI-WIPO) di Ginevra, mediante deposito telematico o via fax, che presso l’UIBM o presso l’EPO, che provvederanno a trasmetterla all’OMPI.

All’atto del deposito è necessario compilare l’apposita documentazione contenente i dati anagrafici dei richiedenti e degli inventori e depositarla unitamente al testo della domanda di brevetto, composto da riassunto, descrizione, rivendicazioni ed eventuali disegni.

La domanda può essere presentata in italiano ma successivamente occorre depositarne una traduzione in una delle lingue ammesse (ad esempio inglese, francese, tedesco).

Entro un mese dal deposito è necessario provvedere al pagamento della tassa di trasmissione, deposito e ricerca, per un importo ad oggi di circa € 3.000,00.

Ricerca: la domanda depositata e tradotta è inviata dall’OMPI all’Ufficio Europeo Brevetti (EPO) per l’esecuzione della ricerca di anteriorità e la verifica dei requisiti fondamentali per la brevettabilità.

L’EPO provvederà a trasmettere un Rapporto di Ricerca contenente un’opinione preliminare di brevettabilità che rappresenterà la base a partire dalla quale si svolgeranno i futuri esami di merito. Il parere di brevettabilità emesso dall’EPO ha solo valore conoscitivo e non influisce necessariamente sull’esito delle successive domande di brevetto nazionale.

Pubblicazione: allo scadere del 18° mese dalla data di deposito o di priorità l’OMPI provvede a pubblicare la domanda, unitamente al rapporto di ricerca se già rilasciato.

Esame internazionale: entro quattro mesi dal rilascio del rapporto di ricerca è possibile richiedere l’esame preliminare internazionale, dietro pagamento dell’apposita tassa di € 2093,00.

Questa è tuttavia una fase puramente opzionale che permette al titolare della domanda di replicare ad eventuali obiezioni presenti nel rapporto di ricerca, richiedendo un nuovo parere di brevettabilità all’EPO che andrà a sostituire la precedente opinione di brevettabilità preliminare.

L’utilità di procedere all’esame deve essere valutata di volta in volta a seconda dei casi e la sua mancata richiesta non influisce sull’esito delle successive domande.

Ingresso nelle fasi nazionali/regionali: alla scadenza del 30° mese dalla data di deposito o di priorità (il 31° per alcuni Stati) è necessario depositare una o più domande nazionali o regionali (ad esempio una domanda di brevetto europeo) in modo da poter giungere alla concessione del titolo in ogni Stato di interesse.

Da questo punto in poi le singole procedure di concessione procederanno in maniera indipendente tra loro e secondo i regolamenti dei singoli Stati designati.

Lo Studio Maiello è abilitato ad operare avanti l’OMPI per assistere la sua clientela in tutte le fasi di deposito e gestione delle domande di brevetto internazionale, inclusi esame internazionale ed ingresso nelle fasi nazionali/regionali, direttamente o tramite propri corrispondenti.

I costi per le varie fasi della procedura potranno essere preventivati su richiesta a seconda delle esigenze, in quanto il loro importo potrà variare in funzione del testo di deposito e dei relativi costi di traduzione, rivendica di priorità ed eventuali modifiche.

tag: domanda internazionale pct, Patent Cooperation Treaty, deposito, ompi, wipo, uibm, epo, 151 stati

domanda internazionale pct

 

CONTATTACI SENZA ALCUN IMPEGNO ED OTTERRAI RISPOSTE ALLE TUE DOMANDE!!

CHIAMA ORA: 089.9431301 – 328.0661556

Domanda Internazionale PCT
5 (100%) 155 voti