Tutela legale brevetto

Quando si intraprende un percorso di brevettazione è importante tener presente che non sempre un brevetto, per quanto forte possa essere, costituisce un freno atto ad impedire a possibili concorrenti di impadronirsi della propria tecnologia innovativa e copiare l’oggetto del brevetto, soprattutto in quei casi in cui all’idea brevettata si accompagna anche un indiscutibile vantaggio commerciale.

La difesa dei diritti brevettuali rappresenta, infatti, il momento più complesso ed economicamente impegnativo per il suo titolare e spesso lo sforzo economico richiesto, oltre che l’impegno generale di risorse, è tale da far scoraggiare i titolari di brevetti dall’intraprendere azioni a difesa dei propri diritti.

Tuttavia spesso si sottovaluta che nell’ambito della tutela della proprietà intellettuale ed industriale la legislazione italiana, pur essendo affetta dalle problematiche tipiche della giustizia italiana per quanto riguarda i procedimenti ordinari, mette invece a disposizione strumenti di urgenza molto rapidi ed efficaci che consentono di ottenere provvedimenti di urgenza, quali il sequestro e l’inibitoria, senza che occorra intentare una causa vera e propria.

Gli interessi in gioco, poi, spesso possono suggerire ad entrambe le parti in causa di ricorrere ad accordi stragiudiziali.

Inoltre, anche se i diritti esclusivi derivanti da un brevetto nascono al momento della concessione, la legislazione italiana, come poche altre nel mondo, consente di agire nei confronti di eventuali contraffattori anche prima che il brevetto sia stato concesso, promuovendo una causa attraverso la sola domanda di brevetto, anche se è sempre necessario attendere la concessione del brevetto per poter ottenere una sentenza.

Tuttavia, prima di intraprendere qualsiasi azione volta a difendere i propri diritti brevettuali è sempre importante verificare sia l’effettiva validità dei propri diritti brevettuali e sia che tali diritti siano stati effettivamente violati.

Per fare ciò è innanzitutto fondamentale eseguire un esame approfondito della validità del proprio brevetto, anche se concesso, eseguendo una ricerca di anteriorità che vada ad integrare le ricerche eventualmente eseguite nella fase di concessione da parte dei vari Uffici brevetti.

Successivamente, una volta stabilito con ragionevole certezza quale sia il reale ambito di tutela del brevetto, è importante procedere ad un’analisi di interferenza con cui verificare se le caratteristiche oggetto dell’invenzione brevettata o del modello di utilità siano presenti anche nel prodotto o procedimento del presunto contraffattore.

In questa analisi occorre considerare che l’ambito di tutela del brevetto è quello definito all’interno delle rivendicazioni, mentre la descrizione ha solo lo scopo di aiutare ad interpretare il contenuto delle rivendicazioni, ma non ne ampliano né limitano l’ambito di tutela.

Lo studio Maiello mette a disposizione della sua clientela completa assistenza sia da un punto di vista tecnico che legale, potendo eseguire ricerche di validità di brevetti, analisi di interferenza e potendo gestire tutte le fasi successive sia in ambito stragiudiziale che giudiziale, in qualsiasi grado di giudizio.

tag: tutela legale brevetto, come difendere un brevetto, difesa, diritti, tutela, rivendicazioni, contraffazione

tutela legale brevetto

 

CONTATTACI SENZA ALCUN IMPEGNO ED OTTERRAI RISPOSTE ALLE TUE DOMANDE!!

CHIAMA ORA: 089.9431301 – 328.0661556

 

Tutela legale brevetto
5 (100%) 48 voti